Venerdì 19 Ottobre 2018

ALBINISMO - L'albinismo è un'anomalia ereditaria piuttosto rara che consiste nell'incapacità di produrre melanina, il pigmento delle piume, dei peli, della pelle e dell'iride degli occhi. Si deve ad una combinazione di alleli recessivi che determinano una scarsa produzione dell'enzima tirosinasi, necessaria per la sintesi della melanina.

ALLELE - Differente forma alternativa di un gene, responsabile di forme alternative di uno stesso carattere. Poiché ogni individuo ha due copie di ogni gene, una ereditata dal padre e l'altra dalla madre, per ogni gene può avere due alleli uguali (omozigote) o diversi (eterozigote). I maschi hanno una sola copia di alcuni geni localizzati nei cromosomi sessuali.

ANCESTRALE - In termini ornitologici, viene indicato con questa parola, la forma primordiale di una determinata specie , cioè sono quei caratteri che si suppone si trovano negli antenati di un uccello, senza che con gli anni si sia succeduta una mutazione.

AUTOSOMICO - Si riferisce agli autosomi, cioè a quei cromosomi che non partecipano alla determinazione del sesso. E' l'opposto di "sessolegato", quindi indica un carattere non legato al sesso dell'individuo.

CELLULA - Unità strutturale e funzionale dell’organismo

CLOACA - Tratto terminale dell'intestino degli Uccelli, in cui sboccano i condotti degli apparati urinario e genitale

CODOMINANTE - In caso di co-dominanza, un individuo eterozigote manifesta i fenotipi di entrambi i caratteri (quello recessivo e quello dominante).

CONSANGUINEITA’ - Relazione genetica tra due soggetti dovuta al fatto di avere un antenato comune nelle 2-3 generazioni precedenti

CROMOSOMA - Corpuscoli a forma di bastoncino contenuti nel nucleo delle cellule e ben visibili durante la fase della divisione cellulare. Costituiti da un lungo filamento di DNA, sono presenti in numero costante per ogni specie. Ciascun cromosoma contiene le informazioni ereditarie da trasmettere alla prole.

CROMOSOMI SESSUALI - Sono quelli che determinano il sesso di un individuo. La femmina possiede 2 cromosomi X (XX) e il maschio possiede 1 cromosoma X e 1 cromosoma Y (XY).

CROMOSOMA X - Cromosoma sessuale femminile presente in doppia copia nella femmina e singola copia nel maschio.

CROMOSOMA Y - Cromosoma sessuale maschile.

CROMOSOMI OMOLOGHI - coppia di cromosomi dello stesso tipo che derivano uno dal padre ed uno dalla madre, che hanno gli stessi geni ma che possono avere alleli diversi.

CROSSING-OVER - Scambio di parti di cromatidi fra cromosomi omologhi durante la riproduzione cellulare.

COPULA - Indica la fase delll’accoppiamento.

DIMORFISMO SESSUALE - Sta ad indicare le differenze morfologiche tra il maschio e la femmina di una determinata spece, distinguibili d’aspetto, disegno, colore.

DOMINANZA - Fenotipo dettato da uno solo degli alleli.

EREDITARIETA’ - Trasmissione dei caratteri genetici dai genitori ai figli.

ETEROZIGOTE - Possedere due copie diverse, cioè due diversi alleli di uno stesso gene sui cromosomi omologhi (di una stessa coppia)

EUMELANINA - Massima espressione è data dal colore nero, ma può anche essere marrone o blu (ai nostri occhi grigio). E' prodotta da un ulteriore addensamento dei granuli, la pigmentazione tanto più scura quanto più grossi e addensati sono i granuli.

FENOTIPO - Tutto ciò che costituisce l'aspetto esterno di un organismo, per quanto riguarda la sua struttura e le sue funzioni. Il fenotipo è il risultato dell'interazione tra il genotipo e l'ambiente. Con fenotipo si può intendere anche l' espressione specifica di un gene

FEOMELANINA - E' un pigmento costituito da granuli di forma sferoidale con colorazione che varia dal crema pallido al giallo, al fulvo, fino a giungere al mogano intenso. Assorbe le radiazioni UV, ma la protezione che conferisce alla pelle è di circa 1000 volte inferiore rispetto quella della eumelanina

GAMETI - Sono le cellule germinali maschili e femminili

GENE - Un segmento di DNA che contribuisce ad una funzione o ad un fenotipo. Ciascun gene è situato in una definita posizione (locus) di un particolare cromosoma. I geni sono disposti sui cromosomi linearmente. Essi provengono metà dalla madre e metà dal padre

GENETICA - Scienza biologica che studia la trasmissione dei caratteri ereditari fra le generazioni e le modalità con cui tali caratteri si manifestano nell'individuo. Studia poi la natura dei cromosomi e dei geni e la modalità con cui questi esercitano la loro azione sull'individuo.

GENE DOMINANTE - Esprime il carattere più forte, cioè quello che determina sempre l' espressione di un carattere e che avrà il sopravvento nel manifestarsi fisicamente nell’individuo.

GENE RECESSIVO - Esprime il carattere che anche se c’è non appare perché coperto dal dominante Determina un carattere solo quando non sia presente contemporaneamente un gene omologo dominante

GENETICA - Disciplina della biologia che studia le leggi dell’ ereditarietà degli organismi; la variabilità dei caratteri in una popolazione; l' evoluzione dei caratteri ereditari e la dinamica della trasmissione dei caratteri durante la riproduzione.

GENOMA - Tutta la serie di informazioni contenute nel DNA di un individuo

GENOTIPO - Costituzione genetica di un individuo. Dall'interazione tra genotipo e l'ambiente scaturisce il fenotipo

GROPPONE - Corrisponde alla parte del dorso più vicina alla coda degli uccelli.

IBRIDO - Unione di razze diverse tra di loro es.(cardellino x canarino)

ININCROCIO - Unione tra consanguinei, es.(cardellino x cardellino)

INFEZIONE - Presenza di microorganismi (virus, batteri ecc.) in un organo o tessuto. Molte zone dell'organismo sono normalmente infette ( bocca, pelle ecc.); l'infezione diventa malattia solo quando l'organismo non riesce a tenere a freno questi microorganismi per cause molto numerose

LIPOCROMO - E' un pigmento grasso che proporziona il colore di fondo al piumaggio di tutti le razze di uccelli, gli uccelli che presentano un colore di fondo e con disegno totalmente assente, sono detti lipocromici.

LOCUS - Posizione di un gene sulla mappa genetica, cioe' specifica posizione o localizzazione su un cromosoma.

MELANINA - Pigmento bruno scuro, granulare, della pelle e degli annessi cutanei, che ne determina il colore.

MUTA - È il periodo particolarmente delicato in cui cadono le vecchie penne alle quali si sostituiscono le nuove gradualmente. In alcune specie di uccelli la muta avviene una sola volta all'anno, in generale nel periodo autunnale ed è detta (muta semplice). Altre cambiano le penne due volte, in autunno ed in primavera, (muta doppia), che si può distinguere in totale o parziale a seconda che il processo interessi tutti i tessuti o solo parte di essi. Puo avvenire un cambiamento di penne durante il periodo della cova, (muta regressiva), caso che si verifica soprattutto negli anatidi.
Quando cadono solo i margini delle penne aumentandone la lucentezza si ha la cosiddetta ( muta abrasiva )
Quando le mute annuali sono piu’ di due, come nel caso della pernice bianca, si parla allora di ( mute addizionali )

MUTAZIONE - In genetica indica un cambiamento microscopico a livello di una base del DNA, che determina la sostituzione di un aminoacido con un altro nella proteina prodotta dal gene mutato.

OMOZIGOTE - Individuo che ha sui due cromosomi omologhi due copie identiche dello stesso gene.

OVIDOTTO - Canale attraverso il quale le uova sono condotte dall'ovaia all'esterno.

PIGOSTILO - estremità ricurva della colonna vertebrale, costituita dalla fusione delle ultime cinque o sei vertebre e avente la funzione di sostegno delle penne timoniere.

PROFILASSI - Significa prevenzione: può essere effettuata con farmaci, vaccini, misure non farmacologiche ecc.

PROTEINA - Sostanza costituita da aminoacidi

RECESSIVO - Carattere genetico che si esprime a livello di fenotipo solo in caso sia presente in doppia copia

SESSOLEGATO - significa che un dato carattere è legato al sesso dell'individuo. E' l'opposto di "autosomico".

URIPIGO - Piccola ghiandola adiposa e prominente, situata all'estremità posteriore del corpo degli Uccelli, sotto la coda . Secerne un liquido oleoso che viene prelevato con il becco e spalmato sulle penne per renderle impermeabili. È particolarmente sviluppata nelle specie acquatiche.