Venerdì 19 Ottobre 2018

Il Gloster è un canarino fatto di equilibri, apparentemente facile in realtà molto difficile da giudicare. Le sue caratteristiche principali sono tra loro in equilibrio spesso precario: deve essere corto, ma largo, profondo (tondo) e tendente al diminutivo; il piumaggio corto da non sbuffare, ma tale da formare una corona che arrivi a metà becco. Da questo si evince che la caratteristica più importante è spesso sottovalutata: il piumaggio influisce pesantemente sulla lunghezza del canarino, la sua compostezza e la qualità della corona. Il giudizio del Gloster presenta una certa difficoltà per la connessione profonda che esiste tra il portamento e la forma del corpo.

Come svernare il tuo Gloster

Lo svernamento dei Gloster di solito inizia alla fine della muta o alla fine del periodo di esposizione, in base alle necessità che hai nei confronti del tuo gruppo di Gloster. I Gloster che devono essere tenuti cadono all’interno di una varietà di classi, (sarà discusso al punto 6) e per questa ragione l’alloggio e il nutrimento del gruppo verrà modificato per soddisfare la situazione. Il periodo che va dalla fine della muta fino all’inizio del nuovo anno è un periodo in cui la stanza dall'evamento e il gruppo di canarini sono in una situazione fluida, variabile.

Il gruppo dovrà essere spostato nella gabbie in base a spazio disponibile e necessità.

Leggi tutto: Come svernare il tuo Gloster

Condizioni per l'allevamento del Gloster

La condizione per l’allevamento è raggiunta controllando l’ambiente in cui il canarino alloggia e l’allungamento delle ore di luce naturale o non-naturale” questa frase o definizione dice tutto. Usando un alloggio non sovraffollato, avendo condizioni di pulizia buone e dando una dieta bilanciata agli uccelli (ottenuta anche grazie alla somministrazione di pastone all'uovo), raggiungerai le condizioni adatte all’allevamento. Con l’aumento delle ore di luce, l’istinto naturale degli uccelli sarà di riprodursi. Questo non vale solo se il canarino è fuori forma, per esempio se non è sano. Condizioni di salute non buone possono giungere in quattro modi.

Leggi tutto: Condizioni per l'allevamento del Gloster

E' sempre questione di piumaggio

Una delle principali cause di degenerazione in un ceppo di gloster e' la scarsa attenzione nella voce dello standard relativa al piumaggio. Essa cita: . Sono previsti 15 punti, forse sembrano pochi, ma un piumaggio lungo, influenzando la taglia (20 p.) si ripercuoterà negativamente sulla stessa, cosi' per esempio, un piumaggio sbuffato non darà una buona immagine del corpo influenzando anche quindi quest' altra voce (20 p.) altrettanto importante. Anche la coda (5 p.) è costituita dal piumaggio, ed infine la corona e la testa avranno la giusta dimensione e forma in base al tipo di piume di cui sono costituiti (sempre 20 p.).

La comprensione del piumaggio e' pero' tanto importante quanto complicata. L' argomento e' molto vasto in quanto richiede sia un analisi sulla anatomia della piuma, sia sulla comprensione dei colori, nonche' della loro genetica.

Leggi tutto: E' sempre questione di piumaggio

Il Gloster Fancy

Il Gloster si può annoverare tra i canarini inglesi di forma e posizione lisci più simpatici e aggraziati. La razza è di origine inglese, di taglia minuta (intorno ai 12 cm) e di corporatura tondeggiante, caratteristiche principali nella razza, alle quali vanno accomunate altre peculiarità che sono sagoma graziosamente arrotondata, piumaggio serico e composto e aderente al corpo, portamento gaio e vivace, ali corte ben aderenti al corpo con punte che s’incontrano, senza incrociarsi appena sopra la base della coda, gambe di media lunghezza, coda corta e ben stretta per tutto il suo sviluppo. Il ciuffo non deve essere troppo piccolo ma nemmeno tanto grande da coprire gli occhi raggiungendo la punta del becco. L'ampiezza ideale dovrebbe stare a metà occhio.

Leggi tutto: Il Gloster Fancy

La varietà di colore

Anche nel Gloster, così come per le altre razze di canarini, in particolare quelle inglesi, la selezione ha portato ad ottenere oltre alla varietà verde mutazioni di questo colore primitivo per soddisfare, in primo luogo, il gusto di ogni allevatore. La selezione attualmente non è a buon punto, soprattutto per quelli di colore bianco, giallo che spesso sembrano più dei sassoni che gloster, bisogna pensare che per ottenere un gloster di colore, che possa gareggiare ad armi pari con un bel verde, risulta alquanto difficile, anche sè quando questo si verifica l'allevatore verrà sempre premiato perchè anche l'occhio vuole la sua parte. Sappiamo comunque che lo standard non prevede particolari voci sul colore ma bensì sulla qualità del piumaggio che deve essere: perfettamente liscio, aderente e brillante e che delinea nettamente i contorni sia visto dall'alto che di profilo e quindi risulterà più importante che il canarino abbia un buona qualità di piumaggio e non un bel colore. Passiamo ora in rassegna i colori valutandone la trasmissibilità alla prole.

Leggi tutto: La varietà di colore

Storia del Canarino Gloster

Il Canarino Gloster nasce nel 1918 grazie ad un'idea della signora L. Rogerson di Cheltenham (contea di Gloucestershire), amante delle miniature, che pensò di dar vita ad un piccolo canarino da allevare per suo esclusivo passatempo.

Lavorava come segretaria nel municipio di Cheltenham e aveva due passioni: i bonsai giapponesi e i canarini crested . Fu per una scomessa e per la sua determinazione che arrivò a costituire la prima colonia di Gloster. A tale scopo acquistò alcuni piccoli Harzer ed i più piccoli Crest dell'allevatore John Mclay in Scozia. Accoppiò poi i più piccoli soggetti ciuffati nati nel suo allevamento con dei piccoli Border Fancy di J.M.Madagan.

Anno dopo anno la signora Rogerson riuscì a creare soggetti ciuffati (Gloster corona) e non (Glosters consort) di circa 11,50 cm di lunghezza e e la razza ebbe i primi riconoscimenti ufficiali nel 1925.

Leggi tutto: Storia del Canarino Gloster